‘The Sorrow of Belgium’. A Grotesque Portrait of the Artist as a Young Man

Maurizio Brancaleoni

Abstract


Sebbene si possa affermare che il Bildungsroman vero e proprio si sia estinto agli inizi del ventesimo secolo, il romanzo di formazione in senso più ampio sembra più vivo che mai. Un esempio recente, La sofferenza del Belgio (1983) dello scrittore fiammingo Hugo Clausuno sfaccettato romanzo ambientato nelle Fiandre durante l'occupazione tedesca al tempo della seconda guerra mondiale, pare condividere con il classico di Joyce A Portrait of the Artist as a Young Man non pochi elementi, tra cui la presenza pervasiva del cattolicesimo, una rappresentazione politicizzata della lingua e certe figure dell'immaginazione.
Questo articolo intende indagare come il romanzo di Joyce possa aver spianato la strada al bizzarro La sofferenza del Belgio, dimostrando che Claus tende a trasformare gli elementi comuni in una materia grottesca e inquietante, come se questo fosse il suo modo di rapportarsi all'illustre modello.

Full Text

PDF (English)


 

ISSN: 0039-2952