Colore locale o motivo politico? L’ 'Emilia Galotti' a Guastalla

Gianluca Paolucci

Abstract


Attraverso la ricostruzione delle principali tappe della storia del ducato di Guastalla tra Cinque e Settecento l’articolo intende riflettere sulle motivazioni che hanno indotto Lessing ad ambientare l’Emilia Galotti in Italia e riconsiderare la tragedia sullo sfondo del dibattito settecentesco circa le prerogative del Sacro Romano Impero e il problema del particolarismo, sia italiano che tedesco. Dipingendo gli effetti negativi del particolarismo presso la corte gonzaghesca di Guastalla nella tragedia, questa la nostra tesi, Lessing sembra prendere indirettamente posizione in una polemica che infiammava la pubblicistica e le élite intellettuali tra Berlino e Vienna. Questo avveniva significativamente (forse anche per ragioni opportunistiche) proprio nel momento in cui il drammaturgo, ormai deluso dalla realtà politica e culturale prussiana, progettava di lasciare Berlino per trasferirsi nella capitale austriaca. Con questa prospettiva interpretativa il saggio vuole contribuire a una migliore comprensione del contesto in cui nacque e fu recepita dal pubblico del tempo l’Emilia Galotti, e verificare fino a che punto la posizione di Lessing nel suddetto dibattito si rifletta altresì nelle scelte estetiche e contenutistiche adottate nella tragedia.  


Full Text

PDF


 

ISSN: 0039-2952