«Hinter dem Stücke geht das Ich an». Il 'Welttheater' e l’influsso di Shakespeare nelle «Nachtwachen von Bonaventura» (1804) di August Klingemann

Margherita Codurelli

Abstract


Il contributo verte sulla ricezione di Shakespeare nell’opera romantica Le Veglie di Bonaventura di August Klingemann, uscita in forma anonima nel 1804 sotto lo pseudonimo di ‘Bonaventura’. Dopo aver delineato le tappe essenziali del complesso dibattito sulla questione della paternità dell’opera, lo studio analizza il romanzo da un punto di vista strutturale e tematico, focalizzandosi sui riferimenti shakespeariani e sul loro significato come parte del meccanismo intertestuale e del profondo interesse per il drammaturgo inglese maturato in area tedesca a partire dalla fine del Settecento. Muovendo da una raffigurazione dell’esistenza umana come sogno e del mondo come teatro, la terza parte del contributo prende in esame l’influsso di Hamlet sulla prospettiva umoristica e nichilista incarnata dall’enigmatico protagonista Kreuzgang, alla quale si contrappone, nelle parole dell’amata Ofelia, la ricerca di amore, identità e sopravvivenza al di là del ruolo che ciascuno di noi si lascia alle spalle dopo la morte.

Full Text

PDF


 

ISSN: 0039-2952