Sul significato evidenziale del 'Futur II' nella letteratura drammatica di Goethe e Schiller

Ulisse Dogà

Abstract


L’oggetto del saggio è l’uso particolare, raro e riconducibile alla categoria linguistica dell’evidenzialità del tempo verbale Futur II nella letteratura drammatica di Goethe e Schiller. La funzione evidenziale è la capacità di una lingua di segnalare la fonte dell’informazione e cioè il modo in cui il locutore è venuto a conoscenza del contenuto proposizionale dell’enunciato.  Nel caso del Futur II, la proprietà evidenziale emergerà nel tentativo di determinare con più precisione il valore di compiutezza di questa forma verbale, separandola dalla valenze epistemiche da un lato e da quelle temporali di anteriorità dall’altro. Data la scarsità di studi specifici sul Futur II alcuni capitoli sulla formazione e sulla grammatica di questo tempo verbale anticiperanno l’ermeneutica dell’evidenzialità nei testi letterari.

Full Text

PDF


 

ISSN: 0039-2952